9

Isolamento sociale

Ultimo aggiornamento: aprile 23, 2023

Featured Image

Table of Contents

L'isolamento sociale e la solitudine sono stati d'animo che molti individui sperimentano nel corso della loro vita. Esistono vari tipi, cause ed effetti dell'isolamento sociale, con un effetto sproporzionato su alcune popolazioni, come gli anziani. Utilizzando interventi e strategie mirate, gli individui possono combattere la solitudine e l'isolamento sociale.

 

Definizione di isolamento sociale

isolamento sociale e solitudine, da dove cominciareL'isolamento sociale si verifica quando gli individui sperimentano una totale o quasi totale mancanza di comunicazione e di contatto con altri individui e con la società. Nasce dalla solitudine, una mancanza temporanea o involontaria di connessione con gli altri.

Il legame sociale è un bisogno umano fondamentale per il benessere e la sopravvivenza. Tuttavia, con l'avanzare dell'età, le persone si trovano spesso a trascorrere più tempo da sole, il che aumenta il loro senso di isolamento e solitudine. Inoltre, la mancanza di relazioni sociali aumenta i rischi per la salute fisica e mentale delle persone che vivono l'isolamento sociale.

Alcuni ricercatori si chiedono se l'isolamento sociale sia una condizione condivisa dall'uomo o se alcune persone provino maggiori sentimenti di solitudine rispetto ad altre. Tuttavia, nonostante ciò, una percentuale significativa di individui sperimenta l'isolamento. Alcuni tipi di isolamento sociale includono il rimanere a casa per lunghi periodi, la mancanza di comunicazione con amici, familiari o colleghi e l'evitare intenzionalmente il contatto con gli altri nonostante le opportunità di socializzare o comunicare.

L'isolamento si riferisce tipicamente a una solitudine malsana e indesiderata che può portare a un'autostima negativa, alla solitudine e alla paura degli altri. Può essere un potenziale sintomo o una causa di problemi emotivi e psicologici. L'isolamento sociale può comportare rischi per la salute mentale di individui di tutte le età, con sintomi diversi per ogni gruppo di età.

 

Differenze tra solitudine e isolamento sociale

Isolamento sociale e solitudine, capire la differenzaSebbene la solitudine e l'isolamento sociale siano diversi, sono in qualche modo collegati. La solitudine è la sensazione soggettiva di essere separati o soli. L'isolamento sociale, invece, consiste nell'avere contatti limitati o poche interazioni con persone regolari. Le persone possono passare molto tempo da sole senza sentirsi socialmente isolate o sole, così come possono sentirsi sole pur essendo circondate da persone.

Attualmente la popolazione sta invecchiando e il numero di adulti di 65 anni e oltre è in crescita. L'aumento del numero di adulti anziani comporta anche un aumento dei rischi di isolamento sociale, in quanto questa fascia d'età è tipicamente soggetta a tassi più elevati di isolamento sociale. La pandemia di Coronavirus ha comportato sfide più significative a causa delle misure di allontanamento fisico e delle considerazioni sanitarie per questa popolazione.

 

Tipi di isolamento

La solitudine è un'esperienza comune e può accompagnare eventi e transizioni della vita, come il trasferimento in un nuovo luogo, la morte di persone care o il divorzio. Questo tipo di solitudine è nota come solitudine reattiva. Tuttavia, la solitudine può diventare cronica quando continua a esistere per lungo tempo e influenza tutti gli aspetti della vita di un individuo. La solitudine cronica si verifica soprattutto nelle persone prive di risorse mentali, emotive o finanziarie e con una mancanza di contatti umani costanti.

Le conseguenze negative dell'isolamento sociale sulla salute sono significative e derivano dalla solitudine cronica. Gli individui insoddisfatti della loro vita familiare, sociale e comunitaria si sentono spesso soli e sperimentano l'isolamento. Le persone che soffrono di solitudine cronica possono diffidare degli altri o sentirsi minacciate dagli altri.

 

Fattori che contribuiscono all'isolamento sociale

quali sono le cause dell'isolamento socialeVari fattori di rischio possono spiegare perché gli individui si allontanano dagli altri e sperimentano l'isolamento sociale e la solitudine. Alcuni fattori di rischio includono l'età, la salute e le disabilità, il vivere da soli, le disuguaglianze economiche, l'autostima, l'uso di sostanze, i problemi finanziari e le avversità sociali.

L'isolamento sociale può iniziare presto nella vita, durante il periodo dello sviluppo. Gli individui possono preoccuparsi di pensieri e sentimenti che non possono condividere con gli altri. Questo comportamento può essere dovuto all'alienazione durante l'infanzia.

La violenza da partner intimo può anche contribuire all'isolamento sociale. Ad esempio, chi vive una relazione di violenza a volte evita i contatti con i familiari, gli amici o i colleghi di lavoro perché non è disposto a rivelare i propri sentimenti e la propria situazione.

Anche le persone che vivono in luoghi remoti e gli individui che vivono in aree remote o geograficamente isolate a causa del loro lavoro, come ad esempio i militari, possono sperimentare l'isolamento sociale.

 

Isolamento sociale percepito

Le ricerche dimostrano che un fattore significativo di esiti negativi per la salute è l'isolamento sociale percepito (PSI). L'isolamento sociale può contribuire a peggiorare il funzionamento esecutivo, il declino cognitivo, la depressione e la cognizione negativa. Inoltre, accelera il processo di invecchiamento delle persone.

Molti studi di neuroimmagine valutano gli effetti della PSI. La risonanza magnetica funzionale (fMRI) allo stato di riposo ha mostrato una ridotta connettività funzionale tra il giro frontale superiore e la rete cingolo-opercolare, con conseguente riduzione della vigilanza tonica e della funzione esecutiva, rispettivamente.

Gli individui socialmente isolati manifestano anche una minore attivazione dello striato ventrale in risposta a stimoli positivi o piacevoli, tra cui immagini di oggetti, eventi o persone.

I risultati suggeriscono che gli individui socialmente isolati o soli prestano maggiore attenzione agli stimoli negativi rispetto agli individui che non sono soli o isolati socialmente.

 

Effetti dell'isolamento e della solitudine sulla salute fisica e mentale

Sentirsi soli può influire sulla salute fisica, cognitiva e generale di un individuo. È dimostrato che l'isolamento sociale percepito ha effetti negativi sulla salute, tra cui la compromissione della funzione esecutiva, la depressione, la diminuzione della qualità del sonno, l'indebolimento dell'immunità, la scarsa funzionalità cardiovascolare e l'accelerazione del declino cognitivo in tutte le fasi della vita. L'isolamento sociale può anche aumentare il rischio di mortalità prematura per tutte le razze.

L'isolamento legato all'umore può comportare un episodio depressivo in cui gli individui si isolano per migliorare il loro umore e giustificano le loro azioni come confortanti o piacevoli.

Le persone socialmente isolate possono bere o abusare di sostanze, non dormire a sufficienza e non fare attività fisica, il che può aumentare ulteriormente il rischio di effetti negativi sulla salute. Gli individui possono anche provare dolore emotivo. La perdita di un senso di comunità o di connessione può alterare la visione del mondo e aumentare il dolore emotivo.

Il dolore emotivo può attivare nell'organismo risposte di stress simili a quelle del dolore fisico. Quando la risposta allo stress viene attivata per lungo tempo, può causare infiammazione cronica, rilascio prolungato di fattori che possono causare danni ai tessuti o riduzione della capacità di combattere le malattie. Questi effetti aumentano il rischio e rendono gli individui più vulnerabili alle malattie infettive.

L'isolamento sociale può anche influire sulla salute del cervello. Gli studi dimostrano che la solitudine e l'isolamento sociale sono collegati a un rischio maggiore di demenza, in particolare di Alzheimer. Un'attività sociale limitata e il fatto di trascorrere per lo più del tempo da soli possono ridurre la capacità di un individuo di svolgere attività quotidiane come cucinare, prendere le medicine, pagare le bollette e guidare.

 

Gruppi ad alto rischio e adulti anziani

Alcuni gruppi devono affrontare sfide che aumentano il rischio di isolamento sociale e solitudine. Il primo gruppo particolarmente vulnerabile agli effetti dell'isolamento sociale è quello degli immigrati. Gli immigrati devono spesso affrontare barriere culturali, economiche e linguistiche e legami sociali limitati, con conseguente solitudine e isolamento sociale.

I gruppi emarginati, tra cui la comunità LGBTQIA, gli individui che vivono senza fissa dimora, le persone di colore e altri che affrontano regolarmente stigma, discriminazione e pregiudizio, possono sentirsi socialmente isolati.

Anche gli anziani sono un gruppo ad alto rischio, poiché spesso vivono da soli. La perdita della vista e dell'udito può rendere difficile l'interazione e la conversazione con gli altri, contribuendo ulteriormente all'isolamento sociale.

 

COVID-19 Pandemia e isolamento sociale

Pandemia di Covid-19 e isolamento socialeDurante la pandemia di Covid-19, i governi hanno attuato misure di allontanamento fisico. Gli individui sono stati isolati per evitare la diffusione del virus ad altre persone. Sia l'isolamento che la quarantena erano misure di salute pubblica per proteggere gli individui dal virus.

Gli effetti dell'isolamento sociale possono essere specifici delle situazioni di salute pubblica o delle pandemie che richiedono agli individui di prendere le distanze fisiche. Tuttavia, l'isolamento sociale, la depressione e la solitudine possono andare di pari passo con la paura e l'ansia per i pericoli associati alla pandemia che hanno imposto le necessarie misure di allontanamento fisico.

Con la riduzione delle attività legate alla scuola, al lavoro o al tempo libero, le opportunità di interazioni regolari di persona erano limitate. Le interazioni erano limitate anche all'interno dell'ambiente domestico. La grave e improvvisa riduzione delle interazioni sociali ha provocato isolamento sociale e sentimenti di solitudine per tutti. La mancanza di interazione sociale è associata al declino della salute.

Le misure di salute pubblica, comprese le azioni di isolamento, hanno avuto un impatto sproporzionato sulle persone anziane poiché, per la maggior parte di loro, l'unico contatto sociale è al di fuori delle loro case, compresi i centri comunitari, gli asili nido o i luoghi di culto. Coloro che non hanno persone care, amici intimi e familiari si affidano alle visite e al sostegno dei servizi di assistenza sociale e di volontariato nelle case di riposo. Di conseguenza, sono stati esposti a un rischio aggiuntivo, insieme agli anziani, già appartati, solitari e socialmente isolati.

 

Isolamento sociale degli anziani

L'isolamento sociale colpisce circa nove milioni di anziani negli Stati Uniti. Spesso sono emarginati perché si sentono membri meno produttivi della società. Una combinazione di fattori biologici e sociali può spingere questa popolazione all'isolamento.

Anche il declino della salute generale, la diminuzione dei legami sociali, compresi i parenti e i figli, e le difficoltà finanziarie dovute al pensionamento o alla mancanza di reddito possono perpetuare i sentimenti di solitudine e isolamento.

Negli anziani, l'isolamento sociale è stato associato a un maggior rischio di demenza, morbilità della malattia, problemi di salute generale e riduzione della mobilità fisica. Inoltre, l'aumento del declino cognitivo è stato collegato a un maggiore isolamento sociale nelle donne anziane depresse.

Coinvolgere gli anziani in gruppi sociali come gruppi ecclesiali, club del libro e comunità può ridurre la solitudine e portare a effetti positivi sulla salute mentale. I centri di co-housing si stanno diffondendo in tutto il mondo tra gli anziani e i giovani per migliorare i legami sociali e ridurre la solitudine.

 

Isolamento, salute e mortalità

Isolamento sociale degli anzianiLa solitudine e l'isolamento sociale negli anziani e nei giovani adulti sono legati a un rischio maggiore di cattiva salute e di aumento della mortalità. Il rischio di mortalità precoce è più elevato negli individui socialmente isolati rispetto a quelli che non vivono l'isolamento sociale.

Alcuni studi hanno dimostrato che l'isolamento sociale è legato a un rischio maggiore di condizioni di salute fisica, tra cui sintomi come l'aumento degli ormoni dello stress, dei livelli di colesterolo, della pressione sanguigna e l'indebolimento del sistema immunitario.

L'isolamento sociale e la mortalità negli anziani condividono anche una connessione standard con l'infiammazione cronica, con alcune differenze tra donne e uomini. L'isolamento sociale è anche associato a risultati negativi in termini di salute mentale, che aumentano il rischio di varie condizioni, tra cui ansia, depressione, demenza, uso di sostanze e declino cognitivo.

 

Isolamento negli adolescenti e nei bambini

I giovani sono soggetti a sfide ed esperienze sociali durante la scuola media, dove anche la loro autostima è fragile. L'adolescenza è un periodo di sviluppo vulnerabile, in cui il senso di sé e di appartenenza a scuola è di estrema importanza. In questo periodo, gli adolescenti hanno davvero bisogno del sostegno della famiglia e degli amici.

Gli studi dimostrano che lo sviluppo di un senso di appartenenza è uno dei fattori più critici per la creazione del benessere emotivo e sociale e del successo scolastico degli adolescenti. L'isolamento sociale e la solitudine legati all'amicizia sono fattori di rischio per i sintomi depressivi tra gli adolescenti rispetto alla solitudine o all'isolamento sociale legati agli adulti.

Una spiegazione plausibile è che la cerchia sociale e gli amici sono le fonti di sostegno sociale preferite dagli adolescenti. Per questo motivo, è legato ai sintomi depressivi durante l'adolescenza. Anche gli adulti e i ragazzi più grandi si affidano ai loro cari e agli amici per ricevere aiuto.

Le ricerche dimostrano anche che la solitudine negli adulti può aumentare il rischio di sintomi depressivi più avanti nella vita. I bambini solitari sono più vulnerabili ai sintomi depressivi in età giovanile. Prevenire l'isolamento sociale nell'infanzia può servire come fattore protettivo contro la depressione in età adulta.

I bambini e gli adolescenti socialmente isolati tendono ad avere un minore attaccamento all'istruzione, a causa dell'appartenenza a una classe sociale svantaggiata in età adulta, e ad avere maggiori possibilità di sperimentare un disagio psicologico.

I bambini possono affrontare più facilmente i livelli di stress elevati ricevendo sostegno sociale e risorse. Il sostegno sociale è fortemente correlato alla capacità di affrontare situazioni stressanti, al senso di padronanza, a una maggiore qualità della vita e a una visione complessivamente positiva della vita.

 

Combattere l'isolamento sociale e la solitudine

come combattere l'isolamento sociale e la solitudineGli effetti nocivi della solitudine e dell'isolamento sociale sono noti in letteratura. Trovare soluzioni per mitigare la solitudine cronica è più difficile e non è facile sviluppare interventi efficaci per tutti.

Tuttavia, esistono strategie e interventi che gli individui possono utilizzare per proteggere se stessi e i propri cari dai rischi dell'isolamento sociale e della solitudine. In primo luogo, le persone devono prendersi cura di se stesse. Mangiare bene, fare esercizio fisico, dormire dalle sette alle nove ore al giorno e dedicarsi ad attività che piacciono possono contribuire a migliorare la salute mentale e fisica delle persone e aiutarle a gestire lo stress.

È anche essenziale stabilire un contatto con gli altri e rimanere attivi. Le persone che si impegnano in attività significative e di scopo, che amano fare con gli altri, si sentono più a loro agio e vivono più a lungo. Attività come il volontariato nella comunità possono aiutare le persone a sentirsi meno isolate e sole e dare loro un senso di scopo nella vita, che è collegato a una migliore salute.

Attività come il volontariato possono anche contribuire a migliorare l'umore e le funzioni cognitive e il benessere di una persona. Altre strategie per aiutare le persone a rimanere in contatto includono la ricerca di un hobby o di un'attività che piace e l'iscrizione a un corso per incontrare persone con interessi simili.

Programmare ogni giorno un momento per comunicare e rimanere in contatto con vicini, amici e familiari attraverso chiamate vocali, sms, e-mail, social media o anche di persona può consentire loro di parlare con persone di cui si fidano e di condividere i loro sentimenti. L'invio di biglietti e lettere può anche rafforzare e alimentare le relazioni esistenti.

L'adozione di un animale domestico per le persone che hanno la capacità e l'abilità di prendersene cura può fornire conforto alle persone, abbassando lo stress e la pressione sanguigna e migliorando il loro umore.

È stato dimostrato che è utile mantenersi fisicamente attivi e impegnarsi in esercizi di gruppo, ad esempio iscrivendosi a un club di camminatori o allenandosi con amici o vicini di casa. Gli adulti devono puntare ad almeno due ore di attività fisica alla settimana.

La riduzione dell'isolamento e della solitudine può essere ottenuta anche promuovendo ambienti in cui gli individui possano cercare, identificare e intervenire quando gli altri sembrano disconnessi o soli. Inoltre, gli interventi che affrontano i comportamenti e i modelli di pensiero negativi alla base della solitudine potrebbero aiutare a combatterla.

Altri interventi sono volti a migliorare le abilità sociali, il supporto sociale e le opportunità di interazione sociale, poiché l'appartenenza a un gruppo sociale può influire positivamente sulla qualità della vita. Gli studi dimostrano che la terapia cognitivo-comportamentale (CBT) può affrontare efficacemente le cognizioni sociali disadattive in adolescenti, adulti e bambini.

Gaslighting

9 lecture des minutes

Gaslighting

Imparate a conoscere il sottile ma dannoso strumento psicologico del gaslighting. Scoprite cos'è, da dove viene e come riconoscere se voi o qualcun...

Benessere

13 lecture des minutes

Benessere

Il benessere è un concetto multidimensionale che comprende una moltitudine di fattori interconnessi. È ampiamente riconosciuto come lo stato ottimale...

Salute mentale

10 lecture des minutes

Salute mentale

La salute mentale comprende molti aspetti del benessere mentale, tra cui fattori psicologici, emotivi, spirituali e sociali. È normale che la salute...

Ansia

12 lecture des minutes

Ansia

Ansia è il termine generale utilizzato per descrivere una serie di disturbi d'ansia. Questi disturbi sono prevalenti nella popolazione generale e,...

Burnout

9 lecture des minutes

Burnout

Il burnout è la sensazione di essere costantemente stressati e in ritardo, probabilmente a causa del burnout. Il burnout può portare a molti sintomi...

Compassione

9 lecture des minutes

Compassione

Molti la descrivono come un "mettersi nei panni di qualcun altro". È un'azione e un'emozione che avvicina gli esseri umani gli uni agli altri e fa...